un 20W Facile facile

 

 

 

 

Semplice amply da 20 Watt (su 8 W )

Questo progetto può tornare comodo quando serve un amplificatorino piccolo e versatile, magari per la casse del PC o per pilotare dei tweeter; il circuito è semplicissimo, in pratica è un operazionale di potenza in configurazione di amplificatore non invertente; è previsto un filtraggio in ingresso ed uno in uscita, inoltre due bei fusibili di protezione e dei condensatori per filtrare e stabilizzare l'alimentazione.

il rapporto di amplificazione è 23:1; questo può essere variato agendo sul rapporto tra R4 e R5 ma state attenti perchè se lo farete scendere sotto 10:1 potrebbero crearsi auto-oscillazioni.

La resistenza R6 è da 1W, meglio se di quelle con tolleranza 1% a filo metallico; i condensatori invece tutti da 50V; C5 e C6 è importante che siano il più vicino possibile all'integrato, in modo da prevenire disturbi nell'alimentazione. in alcuni casi possono verificarsi disturbi a causa di un carico capacitivo; qualora si verificasse il problema si risolve mettendo in serie all'uscita una resistenza da 10ohm (da 1W) con avvolte attorno 10 spire di filo di 0.5mm.

Ecco un immagine con la piedinatura dell'integrato; è importante provvedere ad una adeguata dissipazione termica con un dissipatore isolato elettricamente dalla carrozzeria che conterrà l'amplificatore.

 

Il dissipatore non dovrà avere una dissipazione minore di 1,2°/Watt; non provate il circuito senza dissipatore o senza carico in quanto l'integrato potrebbe danneggiarsi.

Nella realizzazione è stato adoperato un solo dissipatore per entrambi i canali; è fondamentale in questo caso isolare la parte metallica degli ingrati dal dissipatore (sennò andrebbe tutto in corto!!); l'isolamento si realizza usando dei fogli di MICA (sembra una pellicola di gomma), per il fissaggio in questo caso sono state usate delle viti di metallo isolate da una rondella di gomma ma si possono usare anche viti di plastica (attenti a non stringere troppo o si spanano!).